Libri per il valore personale

Viviamo tutti così al di sotto delle nostre reali capacità che, quando ci liberiamo degli ostacoli che ci frenano e cominciamo a intravvedere le nostre potenzialità, ci sentiamo del tutto trasformati. Paragonando le vite incerte, timorose ed esitanti, che ci rassegniamo a vivere, con le normali esistenze alle quali potremmo legittimamente aspirare, abbiamo l’impressione che queste ultime abbiano un qualcosa di soprannaturale. Quando ce ne accorgiamo, comprendiamo che tutti gli uomini e le donne che vivono pienamente – statisti, filosofi, artisti o imprenditori – hanno adottato, a volte in modo del tutto inconscio, la stessa forma mentale che i loro simili meno affermati devono cercare di raggiungere, se non vogliono morire senza aver perseguito i loro obiettivi.

Un vecchio monito è “Conosci te stesso!”. Se vuoi vendere un prodotto con successo, devi conoscerlo bene. Lo stesso vale per la vendita dei servizi personali: dovresti conoscere bene tutti i tuoi punti deboli, così da poterli compensare o eliminarli interamente, e i tuoi punti di forza per potere richiamare l’attenzione su di essi quando vendi i tuoi servizi. Si può imparare a conoscersi bene solo grazie a un’autoanalisi approfondita.

Il tuo valore si stabilisce interamente sulla base della tua capacità di fornire un servizio utile o di spingere altri a farlo.

L’effettivo valore capitale della tua intelligenza si può determinare in base alla quantità di reddito che riesci a produrre (vendendo i tuoi servizi). Una valutazione onesta del valore capitale dei tuoi servizi si può fare moltiplicando il tuo reddito annuale per sedici e due terzi, dato che è ragionevole stimare che il tuo reddito annuale rappresenti il sei per cento del valore del tuo capitale. Il denaro rappresenta il sei per cento all’anno: non vale più del tuo cervello, anzi, spesso vale molto meno.